Nuova residenza Teatrale

Scarica in formato PDF la locandina della La nuova residenza teatrale

Avviso per la presentazione di manifestazione di interesse

L’Amministrazione Comunale di Belluno, nell’ambito delle sue politiche culturali e sociali basate su solidarietà, pluralismo e sul connubio tra ambiente e cultura come mezzo per il miglioramento della qualità della vita, intende promuovere l’avvio di un progetto territoriale di produzione, programmazione e formazione che incentivi la massima fruizione e valorizzazione del Teatro Comunale di Belluno e degli altri spazi cittadini quali luoghi di cultura e di aggregazione.

In particolare il Comune intende perseguire gli obiettivi di: tutela e valorizzazione dei soggetti culturali territoriali che realizzano rassegne e manifestazioni all’interno del Teatro Comunale e negli altri luoghi della cultura cittadina, sviluppo di professionalità di settore, diffusione della cultura dello spettacolo nelle sue varie espressioni, quale veicolo di coesione e promozione sociale, avvio di progettualità diffuse e continuative volte alla creazione di rapporti stabili con le istituzioni scolastiche e culturali del territorio, di creazione di uno stretto legame tra teatro e Comunità, che non si esaurisca nella mera offerta di spettacoli ma sia espressione di una progettualità complessiva di coinvolgimento dei cittadini nella vita culturale della Città.

A tal fine ritiene utile per il Teatro cittadino una stabilità gestionale che sia funzionale alla migliore realizzazione di progetti culturali e di spettacoli, al collegamento col sistema teatrale nazionale ed europeo ed alla fruizione dei relativi finanziamenti.

Per questi motivi intende istituire, in stretta collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti, la Residenza Teatrale Bellunese: quale formula gestionale che integri tra loro le attività di produzione, programmazione, diffusione della cultura, formazione di professionalità giovanili artistiche e tecniche, ricerca di nuove risorse pubbliche e private.

Coloro che sono interessati a tale iniziativa potranno presentare la loro manifestazione di interesse, accompagnata da :

  1. dettagliato curriculum da cui risulti una adeguata esperienza sul piano culturale, artistico e tecnico-gestionale.

  2. la disponibilità a garantire la partecipazione e il coinvolgimento di realtà culturali del territorio che manifestino gli stessi interessi ma non abbiano ancora maturato la adeguata preparazione tecnico-artistica requisito necessario per una autonoma attività (partner);

  3. la disponibilità a coinvolgere le associazioni culturali, scolastiche e ricreative del territorio e a garantire con propri servizi la funzionalità del teatro in occasione dell’utilizzo del teatro da parte di questi ultimi. Per servizi si intende gestione e direzione tecnica degli impianti, pulizie, sorveglianza e sicurezza e quant’altro sarà stabilito in convenzione.

  4. la disponibilità ad utilizzare il Teatro Comunale, all’interno della stagione teatrale che va dal 1°settembre al 30 giugno, secondo un calendario che dovrà essere stilato congiuntamente con la Fondazione Teatri e L’Amministrazione Comunale.

La gestione della segreteria, la determinazione delle tariffe d’utilizzo, il rilascio delle concessioni, la relativa fatturazione e riscossione e il coordinamento complessivo delle varie proposte culturali, anche provenienti dall’esterno, verranno curate dalla Fondazione Teatri.

L’Amministrazione Comunale e la Fondazione Teatri, si impegnano a fornire la documentazione e le certificazioni di messa a norma degli impianti e delle attrezzature, con particolare riferimento al Certificato di Prevenzione Incendi (CPI), a provvedere alle opere di manutenzione urgenti e ai relativi oneri nonché alla realizzazione di lavori di manutenzione straordinaria che dovessero rendersi necessari, secondo uno scadenziario redatto dalla Fondazione e dal Comune, nonché a provvedere al servizio di vigilanza notturna, alle utenze ed ai costi fissi dell’immobile.

Il soggetto selezionato e i partner si impegnano, relativamente a quanto previsto dal primo capoverso, a garantire la realizzazione del progetto annuale di Residenza – Produzione, Programmazione, Educazione e Formazione Teatrale e Culturale – presso il Teatro Comunale di Belluno e gli altri spazi scenici cittadini, attraverso produzioni (sia proprie che di altre compagnie), dando vita ad un progetto di attività culturali, condivise con l’Amministrazione, di sviluppo pluriennale, comprendenti la produzione, la formazione e la programmazione, con la finalità di creare un raccordo tra il Teatro e il territorio.

In relazione a quanto previsto al capoverso precedente, sono a carico dei soggetti gestori gli oneri relativi alla ideazione, composizione e realizzazione dei progetti artistici annuali di produzione, programmazione e formazione, alla promozione e organizzazione, all’ufficio stampa e informazioni, alle licenze e permessi Siae, ai rapporti contrattuali con le compagnie, al servizio vigilanza antincendio, al personale e agli eventuali disavanzi derivanti dall’attività stessa.

L’Amministrazione Comunale e/o la Fondazione Teatri delle Dolomiti si impegnano a sostenere la realizzazione del progetto di Residenza Teatrale, sia sul piano dei rapporti istituzionali che nella ricerca di finanziamenti a livello provinciale, regionale, nazionale ed europeo per i progetti culturali di produzione, programmazione, e formazione ad esso connessi.

La Fondazione Teatri delle Dolomiti si impegna a corrispondere un corrispettivo a copertura delle spese per i servizi e per la pulizia del teatro in ogni occasione di utilizzo dello stesso da parte di soggetti esterni. La quantificazione verrà successivamente definita sulla base della tipologia di utilizzo del Teatro.

La convenzione potrà avere durata di anni 3 (tre) a far data dalla stipula del contratto; sulla base dei risultati qualitativi e quantitativi dell’esperienza maturata, potrà essere espressamente rinnovata per un periodo da stabilirsi.

La convezione disciplinerà inoltre i rapporti economici e giuridici tra i soggetti, i casi di risoluzione e rescissione della convenzione.

La dichiarazione di interesse potrà essere accompagnata da qualsiasi altro documento che il partecipante riterrà utile, compresa la proposta economica.

Il presente avviso non vincola in alcun modo la Fondazione Teatri delle Dolomiti o Il Comune di Belluno.

Le dichiarazioni di interesse dovranno pervenire alla Fondazione Teatri delle Dolomiti entro il 13 settembre 2013 al seguente indirizzo: Fondazione Teatri delle Dolomiti Piazza Vittorio Emanuele II 32100 Belluno per posta raccomandata o per posta certificata fondazioneteatridolomiti@pec.it

Belluno 22 agosto 2013.

Il Presidente

dr. Poloni Renzo

© Copyright Fondazione Teatri delle Dolomiti - Piazza Vittorio Emanuele II – 32100 Belluno Tel. e Fax 0437 956202 - Cell. 331 5859057 - Credit